Vicinanza

Quando parlo uso spesso l’espressione “mi è venuto il fotone”.
Ho trovato i miei orecchini preferiti sul comodino di mia sorella e mi è venuto il fotone.
La gatta mi ha pisciato sulla sacca della palestra e mi è venuto il fotone.
Erika e Lucia sono arrivate coi soliti 45 minuti di ritardo, mi è venuto il fotone.
Dicesi “fotone” quella rabbia improvvisa, azzarderei fulminea, solitamente accecante che ti intasa le vene del collo quando qualcuno non fa le cose come vorresti, o come dovrebbe.
Sono soggetta a fotoni brevi, intensi e frequentissimi.
Ultimamente mi viene il fotone tutte le volte che esco per andare a leggere sull’amaca, nel giardino dietro casa.
Guardo dove una volta si vedevano le montagne, da lì in estate arriva il fresco che ti solletica il collo, e vedo una bella impalcatura di due piani e mezzo e una casa di mattoni ancora da finire.
I miei vicini hanno avuto la brillante idea di costruirsi un’altra villetta che dà proprio sui fatti nostri.
Mi viene un fotone terribile perché non posso farci niente, al massimo far crescere una siepe, no, Ilaria a quello ci pensa il papà e tuo papà vuole mettere il bambù. 
Ancora bambù?
Devo trovare una soluzione per sfogarmi, tendendo in considerazione che non posso tenere il muso a nessuno, né impiantare una grana.
E quando sono a tavola li vedo. Una bella scatola di Raudi, piena fino all’orlo. 
Capodanno 2011.
Sono petardi grossi come un mignolo, quando esplodono fanno un rumore importante, abbastanza forte da convertire immediatamente il mio nervosismo in simpatica burlonaggine.
Ne faccio esplodere qualcuno quando c’è silenzio. 
Quando vorrei godermi il mio bel paesaggio e invece ci sono solo una betoniera e una gru.
Quando i miei vicini, possibilmente, dormono.
BAAAAM!
E il fotone è passato.
Condividi:

Un pensiero su “Vicinanza

  1. Senza quel sottile refolo di aria non potrai più stenderti , in pieno agosto , sull'amaca alle 8 di sera , coperta con un pile da polo Nord… questo sarà il dramma !! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *