Cedils

Cari amici.
Questo settembre l’ho passato a studiare, forse e per la prima volta, qualcosa che potrà tornarmi effettivamente utile. Sono stata a Venezia e ho seguito il corso Cedils, propedeutico all’omonimo esame.
Adesso vi spiego cos’è.
Il Cedils è una certificazione per la didattica dell’italiano a stranieri. In pratica è un certificato che possono prendere i laureati in lettere o gli insegnanti di ruolo per attestare competenze didattiche specifiche. E’ un esamone bello tosto, cinque ore di scritto come alla maturità.
Veniamo al ridicolo della faccenda.
Il Cedils in Italia ha mero valore culturale. All’estero è un titolo richiesto e riconosciuto.
In pratica, nonostante la fatica, in Italia continua a valere di più la carta igienica, il certificato è un plus che non ti abilita. Fuori invece può aiutarti concretamente a trovare un lavoro serio.
Alcuni compagni di corso abitavano già in Spagna, in Germania, in Polonia ed erano tornati temporaneamente proprio perché all’estero lo volevano assolutamente.
E ancora.
In ciascuno stato Europeo c’è un solo ente (Spagna-Cervantes, Germania-Goethe ecc.) per l’attestazione delle competenze linguistiche relative alla lingua dello specifico paese.
In Italia regna il caos. 
Strano.
Per quanto riguarda l’Italiano per stranieri se vai a Siena c’è l’Itals, a Venezia il Cedils, a Roma il Cestim e a Perugia qualcos’altro. Sicché ci si trova costretti a confrontare programmi, prezzi, uno cerca di destreggiarsi in equivalenze con il terrore di fare la scelta sbagliata.
Ho cominciato a spedire curricola in Belgio. Perché una mia parente aspetta un bambino e per la prima volta mi sono ritrovata a pensare che un figlio non vorrei farlo nascere qui. Chi ce lo fa fare?
Ho scoperto che per un periodo mio nonno è stato apolide.
Ricordati che certe cose ti rimangono nel sangue, vai via, mi ha detto un amico.
I pesci volanti quando l’acqua del mare marcisce, devono imparare a stare a galla sulle nuvole.
Condividi:

19 pensieri su “Cedils

  1. Ciao, ho letto il post relativo al CEDILS. Io sono indeciso se conseguire il DITALS a Siena o il CEDILS a Venezia. Sto lavorando in Germania nell'ambito dell'insegnamento dell'italiano e qui basterebbe il cedils. I costi sono ben diversi, 700 euro per il ditals (con il corso di glottodidattica incluso-obbligatorio) 300 euro per il cedils (corso+ esame). Tu cosa consigli? Ti sei trovata bene con il cedils?
    Grazie, un saluto

    Maurizio

  2. Ciao Maurizio!
    Io ho frequentato il corso a Venezia e dato l'esame. L'ho superato pure molto bene, quindi anche quello conta. Cedils e ditals si equivalgono. Io consiglio il cedils perché all'estero è sufficiente e riconosciuto. Qui (sono veneta) ho lavorato per un progetto regionale finanziato dall'unione europea per lavoratori stranieri in cassa integrazione o in mobilità. Una bellissima esperienza.
    A Venezia sono molto preparati, l'esame è duretto (5 ore pienissime) ma ben calibrato.
    Se hai bisogno di info più dettagliate scrivimi una mail privata: leletterenellabottiglia@gmail.com

    Ciao

    Ila

  3. Ciao! grazie per il post, l´ho appena letto e mi ha dato molto conforto perchè sto proprio adesso preparando l´esame cedils. Anch´io come te sono veneta ma vivo in Germania. La Cosa che mi preoccupa un po´è che io darò l´esame senza frequentare il Corso preparatorio, per motivi economici. Secondo te è fattibile? Non ho la più pallida idea di che cosa richiedano per la parte pratica (devo ancora acquistare il libro di Serragiotto), sono laureata in lettere ma non ho mai insegnato. Credi che sia possibile affrontarlo solo con lo Studio die manuali? Grazie! ciao
    Sara

  4. Ciao Sara, solo una parte su 5 dell'esame sarà teorica, tutto il resto invece è pratico. Io ho seguito il corso, che indubbiamente mi è stato d'aiuto. Se hai qualcuno che ti spiega come affrontare la cosa è più che fattibile.
    Io sono laureata in lettere, ho una specializzazione in linguistica e non ho mai insegnato nei licei (sono troppo giovane, mi mancano almeno dieci anni di precariato nella scuola).
    Se hai bisogno di fare due chiacchiere ci possiamo sentire via mail o su skype, basta che tu me lo faccia sapere! Ciao, un saluto, ilaria

  5. Ciao Ilaria, arrivo al tuo post sul cedils come tutti gli altri che prima di me hanno deciso di sostenere l'esame. Anche se è passato parecchio tempo ad quando hai scritto il post, temo la situazione in Italia non sia cambiata – mi rincuora però, trovandomi io in Germania, che all'estero la certificazione valga più "della carta igienica".
    Se sei ancora disponibile per fare due chiacchiere via Skype, sarei molto contenta! Un saluto. Giulia

  6. Ciao Ilaria,
    ho letto il post e le tue risposte con grande interesse.
    Sono laureata in Lettere e, avendo l'intenzione di lavorare come assistente di lingua in Francia, sto pensando di lanciarmi nella preparazione folle (un mese e mezzo prima) per l'esame cedils, senza aver frequentato i corsi. Mi unisco alle voci che mi precedono: secondo te così è fattibile? Qualsiasi suggerimento (anche a proposito dei manuali) sarebbe il benvenuto! La mia mail è monicabattisti92@gmail.com .
    Grazie davvero.
    Monica

  7. Ciao Ilaria,
    ho letto il post e le tue risposte con grande interesse.
    Sono laureata in Lettere e, avendo l'intenzione di lavorare come assistente di lingua in Francia, sto pensando di lanciarmi nella preparazione folle (un mese e mezzo prima) per l'esame cedils, senza aver frequentato i corsi. Mi unisco alle voci che mi precedono: secondo te così è fattibile? Qualsiasi suggerimento (anche a proposito dei manuali) sarebbe il benvenuto! La mia mail è monicabattisti92@gmail.com .
    Grazie davvero.
    Monica

  8. Carissima Ilaria, non ho mai ricevuto notifica della tua replica, così pensavo non avessi risposto, e invece…! Grazie. Non ci siamo sentite e non voglio tediarti se siamo in così tanti a contattarti! Seguo con piacere il tuo blog e comincio ora a prepararmi per la sessione d'esame di marzo 🙂

  9. Ciao, anche io ho iniziato a studiare i testi per il CEDILS per l'esame di marzo a Venezia e mi preoccupa un po' tutta questa parte "pratica" dell'esame visto che sto riciclando la mia laurea in lingue e una passione per l'insegnamento . abito in veneto e la mia azienda sta chiudendo…

  10. Ciao, Ilaria. Anche io sono laureata in Lettere e sto preparando il CEDILS da sola: ho appena acquistato il libro per tentare di presentarmi alla sessione di marzo, ma nel frattempo sto seguendo anche un corso di Balboni alla Ca' Foscari grazie al quale mi sono trovata a studiare su due testi che vengono consigliati per la preparazione dell'esame. Se ti scrivo in privato alla mail che indichi nella prima risposta mi concedi un piccolo confronto sull'esame?
    Spero a presto.
    Emilia

  11. Ciao ragazze,
    anche io vorree preparare l'esame CEDILS per la sessione id maggio a Milano.
    Per motivi economici non posso frequentare il corso on-line. Potreste darmi indicazioni bibliografiche e in generale sull'esame?
    La mia mail è: rossella.vigano@libero.it
    Vi ringrazio in anticipo a tutte.
    Rossella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *