Anzianità digitali

Certi amici che invecchiano su facebook quando postano le foto mettono il filtro bellezza, così i limeamenti si sciolgono e somigliano alla copertina del fumetto di Barbie che mia sorella comprava la domenica dopo la messa. Alcuni, più dignitosi, caricano la foto profilo di quando avevano vent’anni, magari in costume. Quando li incontro domando, hai qualcosa di diverso? e ci abbracciamo, da quanto tempo, è davvero troppo tempo!
L’ultima volta che ho salutato certi amici è stato davanti ai tabelloni coi voti della maturità. Mi chiedono l’amicizia per controllare come sia invecchiata, concedo l’amicizia per controllare come siano invecchiati. Per strada, se ci si incrocia, si guarda la vetrina e si tira dritto.
Molti amici che invecchiano su facebook sono diventati genitori, altri orfani. I primi mi riempiono la bacheca di neonati con le facce censurate, manco fossero iscritti alla protezione testimoni. I secondi ringraziano tutti dopo il funerale e mi fanno paura, perché mi ricordano che ci passerò anch’io, solo che adesso proprio non ci voglio pensare.
Tutti gli amici che invecchiano su facebook la sera sono leoni e la mattina coglioni. Si fanno il selfie con la tazza e la tachipirina e ci mettono gli hashtag per sembrare più giovani. Qualcuno racconta che per strada lo chiamano signore, così dà del tu anche agli anziani perchè gli sembra di far un favore al mondo.
Certe amiche che invecchiano su facebook ti taggano sempre il giorno della befana. Le trovi sui gruppi di mamme a sparlare della maestra o del pediatra. Una volta non le consideravi, adesso ti trovi a commentarle.
Io, i miei amici che invecchiano su facebook li amo davvero tutti quanti. Perché è divertente cambiare e non essere soli. E poi sono meglio di tutti, ti ritrovi a pensare. Fino a quando non zoommi la foto di una che ti pare di conoscere, perché ha l’aria famigliare, come ti somiglia, eravamo giusto ieri nello stesso ristorante. E diomadonna. Come si vede la ricrescita, da quando ho tutte queste rughe intorno agli occhi, dovrebbero avvertirmi prima di pubblicare certe foto a tradimento, com’è che siamo cresciuti così in fretta?

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *